Perchè dipingo

La pittura è il mio modo di esternare le emozioni, è gioia, è espressività, è respiro, è sentimento, è vita!
Ho cominciato a dipingere circa 10 anni fa, vivendo la pittura proprio come un’esigenza, come un estremo bisogno di colore, di rendere colorata la mia vita e quella di chi mi sta vicino.

Dipingo per raccontarmi, per aprire il mio cuore, per donare gioia, stupore e un pizzico di magia.
E’ una passione grande di cui non posso fare assolutamente a meno e che è diventata anche il mio lavoro.
Quando dipingo mi lascio trasportare dalla fantasia e dalla creatività, lascio libera di viaggiare la me bambina, la me nascosta. Entro in mondi e atmosfere da sogno che vibrano e che tramite il colore vengono alla luce. E non mi accorgo del passare del tempo.

Dipingo perchè i colori e la forza della mia terra fremono per essere rappresentati. La natura, i fiori coloratissimi o tenui sono la mia più grande fonte di ispirazione.
Dipingo per riempire di colore gli spazi vuoti. Non amo i muri bianchi e vuoti, lo stile minimal mi è sconosciuto. Sono prolissa per natura e lo è anche la mia arte, piena e ricca di dettagli, forme e colori.

La maggior parte dei quadri è realizzata con tecniche miste, collage, carte scelte con cura, pittura acrilica, a volte stencil o timbri. Legno, tela e carta come supporti principali.
Ho sperimentato varie tecniche pittoriche fino ad innamorarmi dei colori acrilici grazie al mio Maestro Gianni Ambrogio. Da lui ho imparato a seguire l’istinto, a sentire il colore, a farlo fluire e ad assecondarlo. A ricercare un mio stile che fosse solo mio e credo di esserci riuscita!