Sono tornata!!!
28 agosto 2014
I tesori della montagna
8 settembre 2014

Ciao a tutte!
Oggi vi vorrei raccontare della nostra splendida vacanza in Austria.
All’inizio voluta fortemente da mio marito e poi, dopo il terzo anno consecutivo, devo dire che la Carinzia mi ha stregato. Tutto quel verde, spazi confinati, il cibo…e il silenzio!
Quanto siamo disabituati al silenzio? Certo con dei bimbi piccoli al seguito anche lì non era proprio completo ma l’assenza di rumori intorno a noi, se non quelli della natura, mi ha sempre stupito!
La montagna è il luogo giusto per pensare, riflettere, riposare e respirare, con tutto il corpo!

Abbiamo alloggiato in un Kinder Hotel, nella valle di Malta, conosciuta anche come “la valle delle cascate”.
Hotel piccolo, a conduzione familiare, cucina bio… con 3 sale giochi e piscina all’interno e altro parco giochi con piccola fattoria e pony per la gioia di mia figlia all’esterno.

Se non amassimo tanto camminare anche restando lì non ci saremmo di certo annoiati, ogni giorno venivano organizzate sempre attività diverse!
Unico neo il tempo, come dappertutto d’altronde.
Al nostro arrivo il costone di fronte all’hotel ci ha accolto così:

E il torrente era altrettanto arrabbiato:

Per fortuna i giorni seguenti non è piovuto durante il giorno, ogni tanto spuntava qualche raggio di sole e abbiamo potuto fare tante escursioni in mezzo al bosco scoprendo splendide cascate e sentieri; siamo saliti fino a 2400 metri con cremagliera e ovovia nonostante io soffra di vertigini…

Certo non andare al mare  per una sarda come me non è stato facile ma ritrovarsi immersi nella natura, camminare, scoprire quanto cambia la vegetazione a seconda delle altitudini, respirare e vivere il bosco…e soprattutto vedere i miei figli di quattro e quasi sette anni diventare esploratori instancabili è stato meraviglioso!
Complice di tutto ciò è stato l’aver fatto amicizia con un’altra coppia di italiani (in realtà lei è tedesca con un simpaticissimo accento romano) con tre bimbi al seguito.
Abbiamo fatto molte escursioni insieme, condiviso tempo piacevolissimo, cibo e stanchezza. Spero tanto di poterli rivedere presto!

 I miei bimbi mi hanno stupito e reso orgogliosa, attrezzati di zainetto, binocoli, bussola e fischietto hanno camminato e camminato senza quasi lamentarsi, solo la piccola ogni tanto stava in braccio al papà o a mano nei percorsi impervi, come quello in questa gola scavata interamente dall’acqua in centinaia di anni chiamata
“Raggasclucht”:

Qui eravamo verso la fine del percorso… io ero stremata, Lui felice come una pasqua!!!

E’ stato bellissimo ritrovarci noi quattro, riscoprirci come famiglia, lontano da tutto ciò che si conosce.
Durante l’anno il tempo è sempre pochissimo, ci sono tante cose da fare, impegni, attività, amici, compiti e giochi, che non si riesce a godere appieno della nostra compagnia.
In questo luogo per me magico ci siamo stretti e uniti più che mai, abbiamo parlato, raccontato, letto, guardato, ascoltato e immagazzinato energie.

Ricordo quando da piccola con la mia famiglia facevamo delle escursioni con annesso picnic… immancabilmente finivo dentro l’acqua di qualche ruscello perchè dovevo saltare, correre, esplorare!
Ringrazio i miei genitori di avermi insegnato ad amare la natura e le camminate in mezzo al bosco, e  mio marito (montanaro nell’animo) di avermi trascinato in questa meravigliosa esperienza, spero di trasmettere questo amore ai miei figli.

A presto amiche,
Valeria

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *