Percorso Artistico “quarta puntata”
6 novembre 2019
Consapevolezza, la mia parola dell’anno
13 gennaio 2020

Di questa giornata ricordo in modo particolare l’entusiasmo.

La stanchezza, il pensiero di non finire tutto in tempo e il lavoro pazzo e disperatissimo li metterei al secondo posto.

Per decidere di partecipare ad un evento simile ci vuole veramente tanto entusiasmo, e passione, e amore per il proprio lavoro!

Si entra in un turbine di cose da fare ma soprattutto di ansia da prestazione che ti fanno mettere tutto in gioco. Più di una volta ho pensato a chi diamine me l’aveva fatto fare, al perché mi ero lasciata coinvolgere in un evento così importante.

E la motivazione è sempre la stessa, è la stessa passione con cui ogni giorno decido di seguire la mia arte, di assecondarla e di mostrarla a voi.

Non partecipo a molti eventi ma a questo non potevo mancare, la proprietaria della Villa, Paola Persico è una persona vulcanica ed è riuscita a trascinarmi in questa mostra. L’ho conosciuta grazie alla Rete al femminile di Treviso ed era da prima dell’estate che me ne parlava. Per quanto io sia un pò restia a mostrare il mio lavoro di fronte a tante persone, è stata l’occasione giusta per farmi conoscere anche nella mia Treviso e per dare appuntamento a persone che non vedevo da tempo e che non sono molto social. Si, ne esistono parecchie e grazie a questa occasione ho potuto incontrarle e raccontare visivamente l’evoluzione del mio lavoro.

Innanzitutto la villa veneta in cui si è svolto è veramente un sogno. Tre piani espositivi arredati in modo rustico ma molto chic in cui si trovavano pezzi d’antiquariato, mobili e specchi antichi e dove si respirava un’atmosfera di artigianato e arte incredibile. Hanno partecipato ed esposto i loro prodotti e lavori importanti realtà trevigiane e non, ognuna con una sua storia e un suo carattere, mi dispiace di non aver fatto foto delle altre esposizioni, a breve nella pagina fb di Paola Persico ci saranno quelle fatte dal fotografo ufficiale, se siete curiose.

A parte qualche eccezione ho fatto foto esclusivamente al mio angolo, al mio bellissimo allestimento floreale realizzato da Valentina I fiori che verranno che ha lavorato come una pazza per renderlo “mio”, molto Rosa e Turchese.

Cristinaintow ha disegnato e cucito su mia richiesta il mio fantastico abito, non vuole che si dica troppo in giro perché non è il suo stile ma devo dire che lo ha realizzato in tempi record perché ho fatto l’ordine da Thecolorsoup parecchio in ritardo e le è arrivato solo pochi giorni prima dell’evento, è stata fantastica!

Ha esposto alcuni capi della sua nuova fantastica collezione che potete visionare e acquistare anche online.

Il pattern dall’immagine del mio quadro invece è stato realizzato da Elisabetta Multifaces design, un’artigiana e designer fantastica.

La mia amica Elena è stata con me quasi tutta la giornata, molte amiche sono passate anche con i bambini nonostante la confusione e le centinaia di visitatori, tante mamme della scuola dei miei figli, insomma, tanta roba!

Ho avuto delle compagne di viaggio pazzesche ma soprattutto il sostegno di quel figo di mio marito che ha fatto da tassista e tutto il giorno avendo “a carico” i miei genitori venuti apposta per l’occasione e i bambini. Mi ha supportato e sopportato per giorni, nei momenti di crisi, di ansia, di lune storte, lui mi è sempre stato vicino. E avere al mio fianco la mia mamma e il mio papà è stato bellissimo. Per questione logistiche non avevano mai potuto essere presenti a nessuna delle mostre o eventi a cui ho partecipato nel corso degli anni e vi assicuro che è stat una gioia immensa averli vicino.

Alle persone che mi chiedevano se avevo degli orari precisi in cui avrei dipinto ho detto che no, non ne avevo e infatti ho dipinto quasi in continuazione, tranne quando mi fermavo ad abbracciare e ringraziare qualcuno. Ed è stata una conferma, come sempre, appena comincio a dipingere l’ansia si placa, i pensieri negativi spariscono, tutto torna a posto.

Ho portato 14 quadri alla fine, la maggior parte abbastanza grandi, misurano 60×80 cm, 50×70 e 50×50, solo due 30×30, la maggior parte dipinti espressamente per questa occasione e che renderò disponibili per la vendita a breve. Qui alcune foto:

Un riscontro altamente positivo in generale ma in particolare c’è stata una cosa che mi ha fatto molto piacere, è venuta a trovarmi una persona che mi segue su Instagram ma che voleva vedere i miei quadri dal vivo. Mi ha detto che sono ancor più belli che in foto. Ecco, per me questo vale tantissimo, vuol dire che sto lavorando bene sui social ma che ogni tanto bisogna uscire dal nostro guscio, mettersi alla prova e osare!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *