Raccontiamo i nostri nuovi inizi – #terreninuovi
16 settembre 2018

Fuori nebbia e umido, dentro luce e colore!

Aprendo le finestre ieri mattina quasi non si vedeva la casa di fronte… Questa è una delle cose di cui non mi abituerò mai qui al nord!

Per fortuna ce ne sono tante altre che me lo fanno amare e poi, in realtà questo alone di magia  non mi è dispiaciuto affatto.

Un po’ come vi ho raccontato nelle stories di domenica su Instagram sul “cimitero delle barche”, le avete viste? In realtà si tratta di burci, ossia grandi imbarcazioni per il trasporto delle merci appartenenti ad un’epoca ormai passata che riposano proprio a pochi chilometri da Treviso.

Una semplice passeggiata con la family lungo un percorso che in primavera facciamo in bici mi ha fatto riflettere su alcune cose.

Vi metto qui di seguito alcune foto.

Un occhio disattento o superficiale lo avrebbe trovato forse un po’ lugubre, io ci ho voluto scorgere la magia, ho voluto immaginare scenari antichi e suggestivi.

Come al solito mi faccio ispirare da un’esperienza vissuta, da un fatto o una sensazione che mi colpisce per poi raccontarvi qualcosa di più profondo.

Sempre d’aiuto è la fantasia ma soprattutto lo è il cercare di vedere il bicchiere mezzo pieno e non quello mezzo vuoto.

Cerco di prestare attenzione a quello che ho e non a quello che mi manca.

La Valeria di qualche tempo fa avrebbe affrontato quella giornata di nebbia con grande malinconia invece ho voluto fare una passeggiata insieme alla mia famiglia nonostante il nebbione godendo di quegli scenari insoliti.

Riflettendo appunto su quanto sia importante il nostro approccio alle cose, il riuscire ad apprezzare veramente quel che abbiamo intorno, allenare occhi e cuore alla bellezza delle cose più  semplici.

Per me significa imparare a placare l’animo dalla ricerca continua di un qualcosa che non si sa cos’è per poi accorgersi che c’è già, per voi?

E tornare con energia rinnovata ai miei colori!

Questo quadro è disponibile per la vendita, contattatemi pure per qualsiasi informazione.

Valeria

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *