Piccola collezione a tema cactus, #colcactusaddosso
23 giugno 2017
Nuovo grembiule “Florilover”, modello “Crafter”
11 luglio 2017
Il tessuto con i fenicotteri, come quello dei cactus, era pronto da parecchio, è rimasto a guardarmi per un po’ ma il super lavoro di questo periodo me lo aveva fatto mettere da parte.
Il guaio dell’avere molte idee è poi avere poco tempo per realizzarle, immagino che sappiate di cosa sto parlando.
Avevo questo pattern pronto da mesi, aspettavo la primavera per sfoggiarlo.
E intanto è arrivata l’estate, siamo a luglio.
La grafica che ha progettato il mio logo e etichette, Tattigraphic, lo ha realizzato inserendo le immagini di alcuni dei miei acquerelli.
Si, lo sapete che amo gli acquerelli, li utilizzo quando ho bisogno di leggerezza e di colori tenui. La pittura con gli acrilici è più impulsiva e sanguigna, è sentimento puro.
L’acquerello invece è delicatezza, freschezza, mi rimanda ad atmosfere quasi eteree, sognanti e mi ricorda il corpo sinuoso di questi animali straordinari, leggeri ed eleganti.
E finalmente eccolo qui, il delicatissimo tessuto stampato da TheColorsoup, in un twill di cotone molto resistente che utilizzo di solito per le mie pochette.
Ed ora vi mostro lei, la pochette, coloratissima, con i delicatssimi e “acquarellosi”,  fenicotteri rosa!
E’ un modello di pochette semplice, classico che più classico non si può. Non tanto grande, per averla sempre con voi, per portare sempre nelle vostre borse un pò di questa leggerezza ed eleganza e soprattutto di Rosa!
Ma quanto amiamo il rosa noi ragazze?
Da Sephora ho trovato anche il burro cacao a tema e non ho saputo resistere, mi capite vero?
Disponibile nel mio Etsy shop ad un prezzo speciale, siete curiose?
E se avete pazienza vi racconto perchè li sento così vicini.
Ho sempre amato i fenicotteri, sin da bambina.
Nello stagno di Colostrai nel mio paese d’origine ci sono sempre state numerose colonie ed era una gioia quando mio padre mi portava ad osservarli.
Per non parlare di quelli nello stagno di Molentargius alle porte di Cagliari, ogni volta che si arrivava in città ricordo l’emozione di vedere tutti quei meravigliosi esserinii Rosa che stavano tutti vicini. Quando si libravano in volo poi mi mancava letteralmente il fiato, insomma, uno spettacolo!
Queste immagini le ho serbate nel cuore per tanto tempo sino a quando ho sentito il bisogno di ritrarli, un po’ a modo mio, utilizzando gli acquerelli per dar loro quel senso di leggerezza di cui vi parlavo prima.
In questi anni ne ho dipinti tanti e non mi stanco di rappresentarli usando dei colori un po’ improbabili ma che danno l’idea delle piume morbide e cangianti.
Li amo profondamente, hanno per me lo stesso fascino che avevano quando ero bambina, anzi, ora che non ho la possibilità di vederli spesso il fascino è aumentato esponenzialmente.
Vedendone tanti dappertutto ho voluto mostrare la mia versione e ho realizzato tessuto e pochette.
E’ un modello semplice ma ricco di significato.
È il sogno dei miei occhi di bambina che prende forma.

2 Comments

  1. samanta ha detto:

    Queste foto mi fanno sognare!!! Poi mi trovi d’accordo sull’idea degli acquarelli che ti danno atmosfere rilassate e sognanti, come quei sogni a occhi aperti che facevamo da piccole!

    • Valeria ha detto:

      Ciao Samanta!
      Scusami per il ritardo ma con il nuovo blog mi sono arrivati un sacco di commentacci e il tuo era finito tra la spam, perdonami!
      Adoro gli acquerelli proprio per quelle atmosfere che sanno evocare e trasferirli su tessuto mi sembra un pò come tornar bambina.
      Un abbraccio e grazie per esserci!
      Valeria

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *