Amo Costa Rei perché…
27 luglio 2015
Fenicotteri del mio cuor!!!
11 agosto 2015

So di essere fortunata nel poter passare tanto tempo in “vacanza”, tanto tempo al mare, godermi i bambini ecc, ecc…

È bellissimo vedere loro che si abbandonano ai giochi più sfrenati, che godono appieno questa estate, la possibilità che hanno avuto di stare al mare a Jesolo con i loro amici e amiche e ora qui in Sardegna con nonni, zii e cuginetti. Io ne sono felicissima! 
Sono stata felice a Jesolo anche se il papà veniva poco e ora sono felice qui a Costa Rei, dove sono cresciuta e dove vive e lavora la mia famiglia sarda e dove il papà è finalmente arrivato e starà qui per due settimane circa! 

E non è solo una questione di nucleo familiare, qui la famiglia è allargatissima, a pranzo e a cena siamo in 9/10 dove 4 bambini urlanti di 3,5,6,8 anni cercano di farla da padrone. Dico cercano perché ora è arrivato Lui, il papà, a ristabilire gli equilibri, a raffreddare gli animi e a rendere bazzecole gli innumerevoli litigi e capricci che si presentano. 
È brutto da dire ma sono Veramente Stanca, Esausta!
Penso poi a mia sorella che lavora con questo caldo infernale e mi mordo la lingua, lei si che è stanca stanchissima! Anche mio cognato lavora e non può esserci sempre, i nonni sono ko per il caldo ma per fortuna riescono ad organizzare pranzi e cene…Ufficio, clienti, bambini che non possiamo tenere tutto il giorno e tutti i giorni in spiaggia e che quindi sono da gestire tra il giardino attrezzatissimo di giochi e la veranda coperta con altri giochi tutti per loro…in ogni caso anche così riescono ad annoiarsi e a combinare i disastri più incredibili.

È difficilissimo trovare il giusto equilibrio tra il “lasciamoli stare che sono bambini” e il  “se non li correggiamo ora fra qualche anno saranno impossibili da gestire”. I miei bimbi sono molto vivaci, spesso disubbidienti, aggiungiamo i miei nipoti, splendidi esempi di vivacità sarda e la bomba scoppia più volte mettendo a dura prova la nostra sanità mentale. Vi lascio solo immaginare il momento della doccia (spesso gliela facciamo in giardino dopo averli fatti divertire con gli “alligatori”, irrigatori) e della cena, fino a ieri eravamo in 9 poi è arrivato il decimo, mio marito…
Sono momento da vivere e da godere, lo so, ma mi trovo a desiderare un po’ di silenzio e tranquillità che trovo solo svegliandomi all’alba, oggi alle 5 in realtà e riordinare i pensieri, realizzare quanto sono fortunata ad avere una famiglia così bella, che poi cresceranno e di tempo ne avrò fin troppo…

E sono pure mattinieri, nonostante le giornate stra intense, alle 7, 7:30 sono già in piedi… 
Oggi sarà diverso, me lo sento, è arrivato Lui, il papà e forse riuscirò a fare due parole con mia sorella e la mia amica del cuore senza essere interrotte ogni due secondi…

E ora, tutti al mare!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *