Nuova pochette con crochet
14 settembre 2015
Ricetta Pangoccioli handmade
25 settembre 2015

Un post introspettivo non poteva certo mancare!

Tornata alla mia vita di tutti i giorni dopo l’estate sono stata travolta da una giostra di impegni, incombenze, bambini a casa da scuola, casa e attività da riorganizzare, come tutte del resto.
Ma a differenza di molte blogger di cui leggevo la rinnovata energia di settembre, io mi sono sentita come svuotata e senza mordente, nè carne nè pesce. Ho avuto due giorni di carica grazie alle mie pochette con crochet e poi di nuovo giù.
Ho passato l’ultimo anno a cercare di costruire un’immagine per Rosa e Turchese, a creare un mio stile riconoscibile. Ho lavorato tanto con la pittura e col cucito, ho fatto due piccole mostre e aperto uno shop online e poi?
Tra questa chiamiamola ricerca, casa, figli e marito non ho più avuto tempo per me, mi sono un pò persa per strada. Ho messo veramente anima e cuore in questo progetto che mi sono resa conto di essermi privata di tante cose, piccole intendiamoci, un pò per mancanza di tempo e un pò per pigrizia.
Poi lo stop dell’estate e tornata a casa mi sono dovuta porre delle domande…
“E adesso?” Cosa significa Rosa e Turchese? Cosa rappresenta? Cosa vuole diventare?
Mi sono guardata dentro e ho visto tanto caos.

Mi ha colpito particolarmente una affermazione di mio marito che proprio durante uno dei miei innumerevoli sfoghi di questi giorni mi ha detto: “tu non sei solo una creativa, tu sei un’artista!”.
Chi? Io un’artista? Non che mi reputi tale, sono fin troppo remissiva, ma mi ha dato come una scossa, mi ha fatto sentire importante, unica, come le cose che creo, che sono uniche! E’ proprio lì che voglio puntare, sul mio essere unica, sul creare con le mie mani e con la mia fantasia.

 

Amo la pittura come mezzo di espressione e soprattutto di libertà.Nei miei quadri, oltre ai colori simili, si scorgono delle immagini ricorrenti come le farfalle sinonimo di volo e libertà o i fiori, che adoro ma che non posso tenere in casa per un’allergia al polline. Il fiore rappresenta la natura e tutto ciò che di bello può nascere con l’amore, rappresenta la forza contro le intemperie ma anche l’eleganza. Amo anche dipingere i volti, sempre a modo mio, puntando l’attenzione sugli occhi. Occhi liquorosi, sognanti, emozionati.
Mi capita di prendere ispirazione da una frase, un volto, allora apro il mio cassetto magico e tiro fuori le carte per il collage, mi giro verso il mio carrellino di Ikea, magico anche questo, dove i tubetti mi chiamano; e poi gli stencil, washi tape, i timbri…adoro mischiare i colori, le diverse texture che possono crearsi, come queste che ho preparato per un progetto di cui ancora non vi posso parlare:

Intanto il tempo passa, e io non me ne accorgo, mi immergo completamente nel mio mondo colorato e come per incanto un quadro prende forma, finchè mi rendo conto che è ora di andare a prendere i bambini… Spesso non riesco a finirlo subito, lo lascio lì ma è come se mi chiamasse, allora mi siedo, lo guardo, faccio una modifica, poi un’alta. Sono molto esigente, mai soddisfatta, ma quando sento che è pronto, col cuore in gola lo mostro, lo fotografo e aspetto… So che questa è una strada tortuosa, che le nostre case non hanno spazio, che il minimal ha preso il sopravvento. Ma non demordo, la mia casa è molto colorata e so che ci sono tante di voi che adorano avere colore intorno, magari piccoli spazi e non sanno come riempirli, io riempio tutto, per me il colore è vita pura!

Oltre alla pittura amo anche il cucito. Mi da la possibilità di giocare con stoffe, nastri, crochet e bottoni, i miei veri bijoux, e anche lì di creare oggetti che come per magia prendono forma e hanno carattere. Per ora realizzo piccole cose ma ho intenzione di imparare a cucire anche altro, ad esempio le borse. Penso che molte di voi capiranno l’emozione nello scegliere i tessuti, le fantasie, il taglio, gli accessori, i rocchetti di filo. Mi sento come un bambino in un negozio di caramelle. Poi mi siedo davanti a lei, la mia macchina da cucire e la magia si compie di nuovo.

 

Sostenuta e spronata a continuare per la mia strada da mio marito sono giunta a queste conclusioni:

Rosa e Turchese sono io con le mie emozioni e i miei sentimenti.
Rosa e Turchese è anche la mia famiglia e i miei bambini, senza di loro non esisterebbe.
E’ fantasia, amore e passione per le piccole grandi cose fatte a mano, ognuna con un proprio carattere, uniche!
E’ colore, il colore turchese del mio mare e tutte le sfumature del rosa come il mio animo bambino.
E’ sacrificio e tanta voglia di mettersi in gioco e di imparare e di studiare.
E’ pittura e cucito, che si alternano a seconda del momento e anche di qualche richiesta e/o regalo.
Rosa e Turchese è carta, tele, tubetti di colore, stoffa e crochet e tutti quei meravigliosi “bijoux”che si possono abbinare.
Rosa e Turchese è la mia estensione, il mio animo colorato che prende vita.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *